Fra le sfaccettature che l’alcol porta nelle famiglie, ce né uno gravissimo, sempre nascosto e difficilmente scoperto, che porta conseguenze perenni nella vita di chi subisce: LA VIOLENZA; L’ABUSO!

I figli di genitori alcolisti hanno sintomi comuni come bassa autostima, solitudine, senso di colpa, sentimenti d’impotenza, paura di abbandono, e depressione cronica.

Essi possono, anche, erroneamente, sentirsi responsabili per i problemi alcolici dei genitori e pensare che con il loro comportamento abbiano spinto i genitori a bere. Il più delle volte questi ragazzi sperimentano alti livelli di tensione e stress, tanto da avere frequenti incubi, bagnare il letto e piangere durante il sonno.

Spesso evitano di fare amicizia con i coetanei e se possono, saltano le lezioni scolastiche. Gli adolescenti figli di alcolisti mostrano sovente sintomi depressivi e ossessivo-compulsivi, cercano di stare soli il più possibile e vivono in un mondo di fantasia, che li porta nel tempo a sviluppare fobie.

Alcuni hanno problemi comportamentali: mentono, rubano ed esercitano ogni forma di bullismo.

Questi ragazzi vivono in ambienti domestici estremamente instabili. Non sanno mai cosa aspettarsi da un genitore alcolista. Perché non sono in grado di predirne l’umore, non sanno come comportarsi.

Pensano, ingenuamente, di poter fermare il loro genitore alcolista nascondendo i liquori, ciò di solito provoca crisi d’ira e percosse.

Oppure cercano di compiacere il genitore con buoni voti a scuola. Entrano in casa in  punta di piedi mentre il genitore dorme, sperando di non svegliarlo fino a quando non ha smaltito la sbornia.

I figli degli alcolisti si sentono spesso in colpa per la loro incapacità di salvare i loro genitori dagli effetti dell’alcool.

Il più delle volte le vittime di abuso fisico cercheranno conforto nell’alcol. I danni sono incalcolabili!