Recentemente ci sono stati in tutto il mondo tutta una serie di importanti cambiamenti riguardo l’alcolismo e il suo trattamento,purtroppo bisogna drammaticamente constatare che ci sono alcune cose che sono rimaste le stesse in molti gruppi di persone.Questa società, cosìdetta moderna, continua a incoraggiare il bere come una forma preziosa di auto-espressione. Viviamo, ancora, in una società del bere.

Nel tempo le culture e le tradizioni continuano a integrarsi tra loro e anche le varie culture del bere continuano a evolversi.

La Cultura del Bere associa l’alcool al senso liberatorio dalla vita quotidiana. L’alcool piace perché produce effetti di autostima.

tequila party

tequila party (Photo credit: omnia_mutantur)

Alcune società non sono riuscite, come altre culture, nel controllo rituale del consumo dell’alcol. Bevitori alle prime armi insegnano l’un l’altro come bere. Questo bere avviene all’interno di una cultura popolare più grande, con particolari norme o regole riguardanti il comportamento dell’ubriaco. “Questa cultura associa l’essere adulto con il bere e la sessualità. Questi due atti sono uniti nella situazione del bere, al bar o sulla scena di un party.

Uno dei miti di “società alcoliche” sostiene che i membri del sesso opposto hanno la maggiore probabilità di trovare l’amore, romanticismo e intimità in quei contesti dove vengono servite bevande alcoliche.

Un secondo mito è chiamato l’alibi dell’alcolismo. Nelle sue varie forme questo mito sostiene che in ogni cultura solo un piccolo numero di bevitori hanno, o avranno un problema con l’alcol. Questo mito permette ad un gruppo sociale di avere i suoi ubriachi, alcolisti e bevitori problematici unitamente a responsabili bevitori sociali.

Queste culture sono colpevoli innanzi ai problemi di alcol che ricevono, per crearsi un alibi si impegnano in una forma di negazione o cattiva fede che rimuove la responsabilità dalle sue istituzioni, scuola, università, famiglia, o posto di lavoro, sulle spalle di un bevitore individuale. Questi due miti lavorano insieme ridondando quotidianamente dai mass media.