La trasmissione radiofonica “Prima di tutto”, che approfondisce i principali fatti di cronaca del Paese, ha raccontato questa mattina (martedì 21 maggio, ndr) il fenomeno della dipendenza dal gioco d’azzardo con il dott. Vincenzo Aliotta, fondatore del Centro San Nicola, specializzato sulla cura delle dipendenze.

La competenza e la professionalità dell’esperienza trentennale del Dott. Vincenzo Aliotta, sociologo e fondatore del Centro San Nicola di Piticchio di Arcevia (An), polo all’avanguardia per la riabilitazione assistita, protagonista questa mattina (martedì 21 maggio, ndr) della nota trasmissione Prima di Tutto, su Radio Rai 1 sul tema del gioco d’azzardo, una patologia infima che semina sempre più vittime, come ci racconta la cronaca di questi giorni.
La dipendenza da gioco, nel nostro Paese, è aumentata in maniera vertiginosa. – ha sostenuto nel corso del contributo radiofonico il dott. Aliotta – Si tratta infatti di un fenomeno strettamente legato alla crisi economica che stiamo vivendo e alla conseguente perdita del lavoro”. Che la diffusione di questa patologia sia, purtroppo, in crescita lo dicono i numeri. “Gli italiani caduti nel tunnel del gioco compulsivo sono 800mila. – ha continuato il dott. Aliotta – 2 milioni invece sono gli italiani con una tendenza problematica al gioco, pronti a scivolare nelle sabbie mobili della patologia”.
Una situazione drammatica per cui il Centro San Nicola può rappresentare un aiuto concreto attraverso l’approccio di cura innovativo, basato sui due metodi più accreditati, uno in Europa, definito francese, caratterizzato da una visione bio-psico-sociale oltreoceano, e l’altro basato sullo studio dei 12 passi, chiamato modello Minnesota. Dal centro delle Marche il dardo è tratto: la lotta a questa nuova piaga sociale è garantita.

Piticchio di Arcevia (An), 21 maggio 2013

Ufficio Stampa: Segni e Suoni
Tel.: 071.2905005
Email: info@segniesuoni.it